Premio Marzani. Un salotto per discutere di Berlusconi

12 Set

Edizione 2010 dedicata a Marco Santamaria, giovane giornalista prematuramente scomparso

Un premio per “La conoscenza e la valorizzazione delle diversità culturali del mediterraneo, per la Pace, la legalità il dialogo e la solidarietà tra i popoli”, questo l’obiettivo dell’edizione 2010 del “Premio internazionale giornalistico e letterario Marzani” svoltosi a San Giorgio del Sannio. Ospiti illustri per la due giorni di kermesse sannita l’11 e il 12 settembre: da Marco Travaglio a Sandro Ruotolo, da Rosaria Capacchione a Franco Roberti. Ad aprire la giornata sono stati proprio i due protagonisti mediatici Travaglio e Ruotolo che, inevitabilmente, hanno attirato una folta schiera di curiosi, appassionati e non, con la voglia di ascoltare i due autorevoli giornalisti sulle tematiche della “libera informazione contro la camorra e la mafia” come riportato dai numerosi, forse troppi, manifesti pubblicitari affissi in tutta la provincia. Il dibattito tuttavia, trascinato forse dalla folta schiera di sostenitori giovani e meno giovani, ha preso da subito binari distanti da quelli proposti dagli organizzatori dell’evento. I due giornalisti, coadiuvati dallo scrittore Manuele Bonaccorsi e dal moderatore Carlo Panella, si sono lasciati andare alle oramai famose digressioni sulla “fine del berlusconismo” e delle “macchiette” che la politica nazionale sta offrendo, senza tralasciare frecciatine ai politici locali, Viespoli in primis. Il dibattito, seppur condito da momenti di riflessione autentici sui problemi della libertà di stampa nel nostro paese, si è portato avanti a mò di Annozero, sembrava infatti che da un momento all’altro da dietro le quinte potesse spuntare Santoro, per riunire i tre resi famosi dalla trasmissione Rai. I protagonisti hanno argomentato su diverse tematiche, dalla già citata analisi della fine del berlusconismo allo scandalo dell’Aquila, dagli affari della Protezione Civile alla pratica delle leggi ad personam, dall’opposizione dei finiani al caso Boffo; si è parlato un po’ di tutto, tranne del tema principale, di quella libera informazione contro la camorra e la mafia per la quale parte del pubblico è accorso. Una giustificazione quella di non aver toccato tali argomenti giustificata forse dall’assenza degli unici due invitati che potevano davvero innalzare il livello della discussione su temi forti come quelli della legalità: Rosaria Capacchione per i suoi lavori giornalistici contro il malaffare e Franco Roberti, Procuratore della Repubblica di Salerno capo del Dda, presenti solo alla premiazione finale. A rialzare le sorti del Marzani 2010 ci hanno pensato alcune scrittrici intervenute il 12 mattina presso il Circolo Trieste all’interno del dibattito dal tema “Una carezza per la memoria”. Titti Marrone, Maria Pia Bernicchia, Susanna Wald le autrici di libri dedicati a varie vicende legate alle orribili stragi, soprattutto di bambini, perpetuate dai nazisti ad Auschwitz e durante la Seconda Guerra Mondiale. Il 12 sera la conclusione e le varie premiazioni, tra cui quella per CDS TV per il lavoro svolto negli anni sempre con un giornalismo puntuale e attento alle problematiche sociali locali. Un saluto e l’arrivederci all’edizione 2011 di “Anno Zero”, ops … del “Premio Marzani”.

Una Risposta to “Premio Marzani. Un salotto per discutere di Berlusconi”

  1. rosanna carpentieri 13 settembre 2010 a 18:30 #

    Sono d’accordo. Ai più attenti non è sfuggito che si è parlato pochissimo di quello che era il vero tema del dibattito, completamente aggirato: “libera informazione contro la camorra e la mafia”, ma purtroppo qui a Benevento buona parte della stampa, proprio quella premiata, è asservita e di certo un organo di informazione come IlQuaderno non può ritenersi un paladino della libera informazione se pubblica solo quel che gli pare, se ha oscurato per esempio tutti gli approfondimenti che ho inviato in merito al licenziamento collettivo dei lavoratori ad opera della Telsey s.p.a. a San Giorgio del Sannio, e puntualmente censura i miei commenti “a suo insindacabile giudizio”, com’è scritto nel disclaimer.
    A Benevento – siamo obiettivi e veritieri !- siamo spesso alla “caricatura della libertà di stampa” e della libera informazione, fatte pochissime eccezioni.
    Fine del berlusconismo poi ?
    Puntualizzato che non era questo, ma ben altro, il tema del dibattito, ritengo che il berlusconismo sia un fenomeno diffuso. E’ una prassi, un modo di essere e di atteggiarsi !
    Ma quanti Berluscones abbiamo a San Giorgio del Sannio, a cominciare dal primo cittadino? E altrove vi sembra diversa la situazione?
    Tutti criticano a parole, ma tutti facilmente, come la cosa più naturale del mondo, lo imitano!
    E allora? Non sarebbe più proficuo non far salotto su Berlusconi, ma parlare e denunciare, se si ha coraggio di verità, i vari e molteplici “berluscones” locali e non ?
    Personalmente, ho espresso criticità sia verso l’associazione che svolge un ruolo di attivismo praticamente nullo a San Giorgio, salvo la kermesse annuale del “premio internazionale giornalistico e letterario”(ma ormai San Giorgio è il paese delle iperboli:
    iper -universo, Polo tecnologico di eccellenza informatica, Centro Polifunzionale di arte, cultura e spettacolo, etc.) sia verso gli inopportuni patrocini (amministrazione comunale sangiorgese-cattivo esempio di legalità e trasparenza-) e le inopportune sponsorizzazioni (una società privata operante nel business dell’eolico ed i cui soci sono decisi sostenitori della centrale a turbogas che la società Luminosa vorrebbe costruire a Benevento) scelti con discutibile leggerezza dall’associazione Campania Europa Mediterraneo e di cui poteva fare benissimo a meno se voleva evitare situazioni imbarazzanti e legittime critiche.
    Ma si sa, pecunia non olet !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: