Chat e social network fonti di depressione

2 Feb

Chiacchierare per troppo tempo online attraverso i social network, come Facebook e MySpace, e i sistemi di messaggistica istantanea può portare le giovani adolescenti verso la depressione. La curiosa rivelazione giunge dalla psicologa Joanne Davilla e dalla sua collega Lisa Starr, entrambe della Stony Brook University (New York, USA), che hanno recentemente effettuato uno studio su una ottantina di ragazzine intorno ai 13 anni di età per valutare quali elementi possano aumentare il rischio di entrare in depressione. In una prima fase della ricerca, svolta circa un anno fa, le due ricercatrici hanno testato i livelli di ansia e i possibili sintomi legati agli stati depressivi delle 83 adolescenti. A distanza di dodici mesi, il gruppo di ricerca ha nuovamente svolto i medesimi test per verificare i possibili cambiamenti legati ad ansia e depressione nelle tredicenni appartenenti al loro campione di indagine. In entrambe le occasioni, alle adolescenti sono state rivolte domande sulle loro prime esperienze amorose legate a eventi significativi come il primo appuntamento o il primo bacio. Attraverso i dati raccolti, le ricercatrici sono così giunte a una conclusione poco incoraggiante legata all’eccessiva comunicazione online. Secondo i risultati della ricerca, infatti, l’uso massiccio di chat, email e social network per parlare delle proprie esperienze amorose aumenta sensibilmente gli stati d’ansia nelle adolescenti, esponendole maggiormente alla depressione. Secondo le ricercatrici, a causa della giovane età le adolescenti non avrebbero strumenti sufficienti per affrontare sempre in maniera costruttiva i problemi amorosi, divenendo così vittime di ansie e frustrazioni. L’eccessiva comunicazione online contribuirebbe ad acuire tali condizioni, esponendo i soggetti maggiormente predisposti a seri rischi legati alla depressione. Le conclusioni cui giunge lo studio delle ricercatrici della Stony Brook University lasciano, tuttavia, non poche perplessità sul rapporto “eccessiva comunicazione online – depressione”. Prima ancora di confrontarsi in Rete attraverso le chat, le email e i social network, le adolescenti hanno modo di condividere idee e dubbi sulle loro relazioni sentimentali in numerosi luoghi al di qua dello schermo come scuola, bar, cinema o altri luoghi di ritrovo. Precedenti studi, del resto, avevano già dimostrato come le adolescenti che tendono a parlare molto delle loro esperienze amorose siano maggiormente esposte a stati di ansia e forte stress. Più che semplice causa della depressione tra gli adolescenti, la Rete appare dunque come uno dei possibili catalizzatori del fenomeno, alla stregua del cellulare o del tavolino di un bar.

Una Risposta to “Chat e social network fonti di depressione”

  1. diverticulitistreatments.info 5 luglio 2013 a 01:30 #

    You or your child may be at higher risk of serious
    complications from diverticulitis diet herbs than children, since diverticulitis diet herbs is often
    not viewed as very serious, Seward said. This will certainly
    quickly assist your body to recognize the varicella-zoster virus VZV.
    Others foods In the study, about half received the vaccine.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: